Countdown

2

29 novembre 2013 di thesurvivaldiaries

[Special guest: David Randino]

Matteo lo diceva sempre “state piu’ attenti ai vivi che ai ritornati”,aveva ragione….
La stanza e’ piccola e fredda,l’illuminazione e’ scarsa,proprio un posto pessimo,sono seduto su una sedia davanti ad’una finestra,

IL GIORNO ZERO:

fuori c’e’ un giardino con uno scivolo e due altalene,nel mondo di prima a quest’ora ci sarebbero stati sicuramente molti bambini intenti a giocare e le loro mamme poco distanti a tenerli d’occhio e a chiaccherare tra di loro delle cose piu’ svariate…be’ qualche mamma c’e’ ancora,ma non sono piu’ belle come un tempo…e i loro figli…quelli sono stati mangiati da mesi….
Non mi sento male,il sangue ormai ha inzuppato la mia unica camicia e gran parte dei miei jeans,cazzo non avro’ niente da indossare per i giorni a venire…non mi sento male…mi gira solo un’po’ la testa,e la vista inizia ad’offuscarsi,ma sono sereno e continuo a guardare quelle mamme nel parco giochi…la cosa che piu’ mi fa’ stare male e’ il pensiero che quando ritornero’ saro’ condannato a passare decenni in questa stanza fredda…ma forse non avro’ coscienza del milo nuovo stato di vita,ho bisogno di chiudere un’po’ gli occhi ora…Matteo lo diceva sempre…”state piu’ attenti ai vivi che ai ritornati…”

48 ORE PRIMA
MILANO:PORTA ROMANA CIVICO 11
APPARTAMENTO 16
4o PIANO

Io,Matteo,Pietro e Simona abbiamo deciso di uscire,il cibo ormai e’ finito da un paio di giorni e ci e’ rimasta una bottiglia d’acqua da un litro e mezzo,impossibile rimanere in questo appartamento.
Dal balcone abbiamo notato che “loro” sono pochi e molto lenti,con un po’ di culo e una corsa sostenuta dovremmo riuscire a evitarli.Pietro cerca di dare forza a Simona che e’ incinta di quattro mesi,piange ed’e’ terrorizzata,la capisco e comprendo,anch’io ho paura,come non averne?da un’anno ad’oggi e’ come se la paura fosse l’unica cosa che ti accompagna sempre,hai paura di morire divorato,paura di non trovare cibo,paura di rimanere alla ghiaccio quando la temperatura scende…paura,paura,paura.
Matteo fuma una sigaretta sul balcone,e’ un tipo apposto,anche se forse e’ troppo riflessivo di questi tempi,io…be’ io mi chiamo david,ho 40 anni e prima di tutta questa merda di storia conducevo una vita di merda,quindi non e’ che sia cambiato molto per me..

45 ORE PRIMA

Matteo mi ha parlato di una cosa,vuole abbandonare Pietro e Simona,secondo lui,lei e’ un peso e il suo uomo non la lascerebbe mai indietro,in poche parole ci rallenterebbero durante una fuga o peggio ci farebbero mangiare vivi,cazzo piuttosto mi butto da un palazzo che finire divorato!!!,comunque sia non ho risposto,mi sono limitato ad’osservarlo dritto negli occhi,mentre le sue parole arrivavano alle mie orecchie ho sentito anche i loro lamenti portati da un leggero vento…

40 ORE PRIMA

Dormono tutti,o fanno finta…non lo so e non m’interessa indagare,ho guardato la strada,ci saranno almeno una quarantina di cadaveri che aspettano di mangiare…e’ strano come si sia trasformata la quotidianita’,loro ci vogliono mangiare,e noi abbiamo bisogno di cibo,entrambe le fazioni devono riempirsi la pancia(anche se alcuni di loro non la hanno piu’)-
dovrei chiudere gli occhi qualche ora,all’alba andremo via da quest’appartamento che ci ha protetto per qualche settimana.

32 ORE PRIMA

Siamo tutti svegli,Simona sembra calma e rilassata,Matteo ha iniziato a fare il leader,ha detto una marea di cazzate su come fare a scappare,dove andare e il tipo di andatura da tenere,non l’ho ascoltato molto,questa gente la conosco da meno di tre mesi,e non credo che nel mondo di prima saremo mai diventati amici,nel suo delirio da “capo del gruppo” pero’ ha detto una cosa che mi ha colpito “SE DOVESSIMO PERDERCI PER QUALSIASI MOTIVO,STATE PIU’ ATTENTI AI VIVI CHE AI RITORNATI”…gia’ cazzo,qualche ora fa’ mi hai proposto di mollare un uomo con la sua donna gravida e ora ci dici di stare attenti ai vivi…ipocrita…

2 thoughts on “Countdown

  1. Francesco Squeglia scrive:

    Anche qui sei un grande…..vai David.

  2. Tiziana scrive:

    Intrigante…..un assaggio di qualcosa che sembrerebbe una bella storia…..da leggere per intero

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

eBook – Stagione 1

Promo

BlogItalia - La directory italiana dei blog
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: