Nessuno vedra’ l’estate

Lascia un commento

16 aprile 2013 di thesurvivaldiaries

[Special Guest: Guly]

Succede che ti svegli una mattina, con le orecchie che ancora fischiano per i tuoni degli strumenti usati la notte precedente, lindo ma con l’immagine di te stesso sporca di fango, grasso e sangue, e ti accorgi di non aver piu’ nulla di lontanamente riconducibile ad una umanita’.

Pensi a quante persone avrebbero potuto aiutarti a rimanere una persona, coltivando sentimenti e emozioni, e alle scuse ridicole che ti hanno dato andandosene.
Pensi a quanto hai dato, chiedendo in cambio solo amicizia e fiducia, ricevendo niente o peggio botte.

Non e’ solo la rabbia che ti fa alzare dalla branda e proseguire con le attivita’, e’ anche voglia, o forse necessita’, di avere conferma che non ti servivano. I loro sentimenti, la loro amicizia, la loro vicinanza. Sono loro che ci hanno rimesso, ne eri certo allora e lo sei tutt’ora.

Stringi i denti e vai, ma cio’ che piu’ ti sconforta e’ vedere che non sei il solo: tutto il tuo
gruppo e’ pienamente d’accordo, compresi i due nuovi arrivi.
Lo sconforto dura pochi brevi istanti, il tempo di mettersi inpiedi, fischetta riempita del miglior whisky che hai potuto trovare, poi pronti per partire.

Ci si sono divisi i compiti, la struttura e’ fortificata per poter essere difesa da due persone, mentre in tre si esce a far le pulizie.

I trucchi sono i piu’ classici: richiesta e offerta di aiuto via radio. Giunti sul posto si
raccolgono viveri, armi, medicinali e quanto altro utile si trovi, concludendo con un colpo al ginocchio a chiunque abbia osservazioni e uno in testa a chi invece ha l’accortezza di rimanere in silenzio.

Poi, pulizia. Il fuoco disinfettera’ e disinfestera’ l’ambiente.

La zona Emiliana e’ ragionevolmente pulita da Imola a Parma, non c’e’ traccia
di sopravvissuti, ma prego continuate ad aggiornarci con i vostri spostamenti, stiamo arrivando.
E’ solo questione di tempo, a breve inizieremo a spingerci piu’ a Nord: Mantova, Ferrara e Rovigo.

Giusto per chiarire: se vi scrivo i metodi che usiamo per trarvi in inganno e’ perche’ ne stiamo usando altri. Vedrete, sara’ molto divertente.
Purtroppo non ne uscirete vivi, ma ci ringrazierete perche’ non ne uscirete nemmeno non-morti.

Nessuno vedra’ l’estate.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

eBook – Stagione 1

Promo

BlogItalia - La directory italiana dei blog
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: