Dolorosi ricordi

2

26 novembre 2012 di thesurvivaldiaries

[Special guest: Ivan Zamorano]

Ci è mancato poco!

Questa volta per un soffio non sono diventato una serie di byte su questo blog; la mia intera esistenza ridotta a tre post. La cosa buffa è stata che non è stato per colpa di qualche puzzone, o  “animale umano”, ma la causa sarebbe stata la mia mano, stretta in un morboso abbraccio di morte con la mia arma, una Beretta 92FS, attrezzo di lavoro prima, indispensabile salvavita ora.

Ecco come è andata.

Faccio il mio solito giro di pulizia del perimetro più esterno (ma non finiscono mai ‘sti Puzzoni!!!), e ho dovuto abbatterne 20, dico 20; mai in tutto questo tempo se ne sono accalcati così tanti sulla recinzione esterna.

Quasi alla fine della pulizia lo vedo, si trascina lentamente dietro i pochi che sono rimasti, fissandomi con il suo sguardo assente, ma bramoso, la sua bocca non vedeva l’ora di affondare nelle mie viscere!!  Era un bambino! Cristo santo! avrà avuto, da vivo, non più di 5/6 anni. Non  ne avevo mai visti di bambini trasformati, ed ora che ci penso neanche tra i vivi ho letto o visto bambini!!

Questa merda ci sta portando via il futuro!

Mi sono sentito mancare, un bambino come potevo abbattere un bambino? Lo so! Lo so! Mi direte quello non era più un bambino ecc… ecc.. ma chi di voi vedendo il cucciolo del più temibile predatore che esista non provi tenerezza, simpatia? Chi vedendo un cucciolo pensa a quello che  diventerà un domani? Ecco per me lui era un cucciolo! Che non sarebbe diventato grande certo, ma i miei occhi vedevano un cucciolo.

Abbattuti gli “adulti” non riuscivo ad abbattere lui, il cucciolo mi ricordava il mio bambino.

Protetto dalla recinzione lo osservo e mi perdo nei dolorosi ricordi.

L’incubo oramai era scoppiato in tutta la sua portata, ed io mandato a quel paese il Questore e i miei “doveri”, vado a Busto Arsizio per recuperare ex-moglie, medico nel locale ospedale, e mio figlio per andare a rintanare da qualche parte. Dopo tante discussioni con la moglie quasi la rapisco, mi diceva che era suo dovere stare lì con i malati, che il giuramento di Ippocrate, la vincolava moralmente, e tutte le stronzate varie! Se i nostri Generali avessero avuto anche solo la metà delle sue remore ad abbandonare tutto, forse quest’incubo sarebbe terminato da tanto tempo. Mentre mi stordisce con tutte le sue stronzate, andiamo alla scuola materna che mio figlio frequentava.

– Ma come qui succede il finimondo e tu mandi il bimbo all’asilo? – gli urlo in faccia

– Se tu non fossi stato lo stronzo che sei, il bambino rimaneva a casa con te!; chi lo teneva mentre ero al lavoro? E poi qui la situazione è tranquilla, nessun caso, nessun allarme – mi urla di rimando, facendomi incazzare ancora di più, dopo la rottura col Questore.

Il primo caso accertato a Busto A. è avvenuto nell’asilo di mio Figlio. Un massacro, quando sono entrato era già quasi tutto finito; Mio Dio!! La scena che si è presentata ai miei occhi, quando sono entrato scavalcando il cancello, mi rifiuto di raccontarla, è la segreta fiamma che alimenta il mio odio, la forza che mi spinge a sopravvivere, lo devo a loro, ai piccoli agnelli sacrificali, alle esche che avrebbero tenuto occupati i puzzoni per far scappare qualcuno!!! Se mi leggete, se siete vivi bastardi, codardi fuggiaschi, sappiate che 28 bambini avranno vendetta!!

Avete mai visto negli occhi un bambino che sta morendo? Avete mai visto il terrore nei suoi occhi, quando cerca di scappare e nascondersi, per non farsi trovare dai mostri, che questa volta non sta sognando, ma che gli dà la caccia realmente? Avete mai sentito le urla strazianti che escono dalle loro piccole gole quando sono nelle mani dell’orco cattivo?

Spero con tutto il cuore che mi rispondiate di no!! È qualcosa indescrivibile, ti spacca il cuore, si mangia l’anima!

Pieno di odio, come un automa abbatto i tre puzzoni e cerco mio figlio;

No lui è in gamba, si sarà nascosto! Lo chiamo, urlo il suo nome, nessuna risposta! Lo trovo è lì nella tenda degli indiani, in quella tenda che gli ho detto scaccia i mostri! Ma questa volta non è servita, non ha scacciato nessun orco, nessun incubo.

Il mio bambino!! Il mio cucciolo!

Nessun adulto vivo o morto era rimasto; nessun atto di eroismo, brutte merde!! Nessun buon samaritano aveva difeso i piccoli.

Entra mia moglie ed ha una crisi isterica, grida, urla, piange, si abbatte come una furia su di me, gridandomi che è colpa mia, che è morto per colpa mia!

Cerco di calmarla, la carico in macchina a fatica e parto coi miei occhi che ininterrottamente grondano lacrime…

Perso in questi ricordi, la mia mano aveva portato la pistola in bocca, volevo farla finita!

Mi sento sfiorare, ero seduto troppo vicino alla recinzione. Il cucciolo di puzzone, era entrato per metà tra le sbarre, sicuramente la sua magrezza e la mancanza di dolore per le slogature lo avevano aiutato.

Non so cosa sia scattato in me ma quel leggero tocco, gelido, legnoso, di morte, mi ha destato. Ho abbattuto il cucciolo, e sono corso nel rifugio! Volevo stordirmi, non sapendo come fare, non ho alcool o liquori ne tanto meno droghe o medicine se non antibiotici e aspirine.

Meglio mettersi al lavoro, e non pensare a ‘ste stronzate! Devo sistemare la recinzione, qualche altro cucciolo ci potrebbe passare e non voglio diventare il suo cibo, anche se i cuccioli sono sempre belli.

A presto!!

Annunci
»

2 thoughts on “Dolorosi ricordi

  1. Nicola Furia ha detto:

    straziante…e bellissimo!

  2. Ivan zamorano ha detto:

    Grazie…. Ma con qualche errore ortografico di troppo…. Vi chiedo scusa…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

eBook – Stagione 1

Promo

BlogItalia - La directory italiana dei blog
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: