Ravenna: l’apocalisse al mare

Lascia un commento

18 ottobre 2012 di thesurvivaldiaries

Porca puttana ragazzi non mi sembra vero! C’è qualcuno in ascolto!

Negli ultimi mesi ho cercato di usare con parsimonia l’energia elettrica derivata dai generatori a diesel. Quando le televisioni hanno chiuso le trasmissioni e i giornali online hanno smesso di pubblicare notizie, ho passato intere giornate evitando di usare il computer e qualsiasi altro mezzo di comunicazione. Mi ero dato una regola: sopravvivere il più possibile.

Mi chiamo Marco e sono barricato nel mio appartamento a Ravenna, la conoscete? Una ridente cittadina romagnola che si affaccia sul mare, dove nel periodo estivo si affollano migliaia di turisti… pensate se questa cazzo di epidemia fosse scoppiata in luglio o agosto… merda che casino sarebbe stato in spiaggia!

Le cose qui in città sono precipitate in fretta, la gente all’inizio pensava fosse tutto uno scherzo, poi quando si sono resi conto che i morti tornavano in vita per davvero è scoppiato il panico e nel giro di poco più di una settimana sono tutti andati… e poi tornati cazzo! I primi tempi ce n’erano a centinaia, uscire di casa era davvero impossibile, bastava un piccolo rumore o passare troppo vicino ad uno di questi cadaveri ambulanti e te ne trovavi addosso dieci, venti, trenta, tantissimi!

Per fortuna vicino a casa mia ci sono due grossi supermercati e di tanto in tanto esco a fare scorta di qualche puttanata in scatola, cominciando da quelle con scadenza più recente (anni di vita da single hanno significato qualcosa). Non ho mai trovato nessuno in giro… di vivo intendo… c’erano però tanti cadaveri ambulanti che si aggiravano in cerca di carne umana. Non è stato facile ragazzi, ma so che potete capirmi.

Da quando ho scoperto questo blog vi sto leggendo nei brevi momenti in cui mi collego in rete, siete davvero in tanti e con una fottuta voglia di scrivere, ma cercherò di mettermi in pari e farmi un quadro più preciso della situazione. Ho letto con piacere che qualcuno di voi è di Padova, forse potete aiutarmi: la mia ragazza abita poco distante dalla città e sono mesi che non ho notizie di lei. Si chima Chiara e non so se è ancora viva, non so nulla, vi prego aiutatemi.

Ora è meglio che spenga il computer, trovare carburante per i generatori è sempre più difficile e questo baraccone consuma da paura. Ora più che mai ho un motivo per rimanere in vita e continuare a sperare.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

eBook – Stagione 1

Promo

BlogItalia - La directory italiana dei blog
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: