Pekka il Saggio e la Leggenda del Drago Anfibio

Lascia un commento

8 giugno 2012 di thesurvivaldiaries

[scusate, sono chiuso in cabina del camion e devo attendere che finisca la burrasca. Ho del tempo da perdere]

Un giorno, nel lontano futuro, stretti intorno al falò del villaggio, la racconteranno così:

L’anziano con la chitarra comincia a strimpellare, i bambini lo fissano rapiti. Comincia a canticchiare una melodia. Un uomo arriva di corsa, prende l’anziano con la chitarra per la collottola e gli bisbiglia irato nell’orecchio:
“Se provi a cantare di nuovo quella ballata io ti impicco con le corde della chitarra.”
Il vecchio, visibilmente scosso, poggia la chitarra.
“Se proprio devi, racconta la storia, ma se sento una sola rima, ti spacco lo strumento sulla nuca.”
L’uomo si allontana, il vecchio si ricompone e sorridendo ai bambini comincia.
“Erano passati diversi mesi dall’inizio dell’apocalisse e Pekka il Fulgido, il Saggio, il Buono, avendo avuto notizia di una zona sana nel luogo che allora si chiamava Venezia e oggi conosciamo come la laguna con i ruderi, si mise in testa di raggiungerla.
“Salì sul suo fidato mostro d’acciaio arancione spazzamostri e partì. Presto si rese conto che con il lento trabiccolo ci avrebbe messo troppo a raggiungere i suoi compagni a Venezia, e decise di conseguenza di procurarsi un nuovo destriero anfibio sul lago che leggende chiamano ‘di Comma’.”
I bambini continuano a seguire con attenzione il vecchio. Da in fondo, l’uomo che lo aveva minacciato, lo fissa corrucciato. Il vecchio ogni tanto lancia un occhiata vogliosa alla chitarra.
“La strada per il Lago di Comma era piena di pericoli e orrori, come la Galleria del Terrore, piena di zombi e bloccata da altre bestie d’acciaio, o il Cavalcavia Interrotto della Frustrazione, che obbligò il nostro eroe ad allungare di diverse leghe il viaggio.
“Pekka il Saggio viaggiava solo di giorno, dormendo di notte nella testa corrazzata della bestia arancione. Il viaggio, che in tempi normali sarebbe durato appena qualche ora, finì per durare due giorni, anche per le molte soste ad inebriarsi della sua bevanda preferita: la moretta.
“Ma la prova più pericolosa lo attendeva a Comma, al maneggio dei draghi anfibi…”
Un sonoro e plateale schiarimento di gola dall’uomo in fondo alla platea di bambini fa sobbalzare il vecchio contastorie.
“Ehm, al aeroclub degli idrovolanti. Arrivato sulla riva del lago, vide diversi drag… diversi idrovolanti ormeggiati. Un paio erano inservibili, mezzi affondati, probabilmente capovolti durante un forte vento. Ma un paio ancora erano in buone condizioni, e Pekka il fulgido, ne scelse uno come suo preferito: una aereo bianco con strisce rosse e arancioni con lo scafo a mollo nell’acqua e il motore che spuntava trionfante sopra la cabina di pilotaggio.”
Lo sguardo del vecchio incrocia con quello dell’uomo. L’uomo annuisce come a dire ‘Lo vedi che quando vuoi, sai parlare in maniera ragionevole?’ Il vecchio abbassa lo sguardo e continua.
“Pekka si diresse verso gli uffici dell’aeroclub, nell’area non c’erano molti zombi, e il nostro eroe cercò di eliminare i tre che brancolavano parcheggio in maniera silenziosa con un accetta per non attirarne altri. La porta dell’edificio non era chiusa a chiave, il Saggio entrò con la pistola in una mano e l’accetta nell’altra.
“Come vi ricorderete dalle altre Storie, aveva avuto problemi in un ufficio in precedenza, proprio quando si era procurato la pistola che aveva in mano, e Pekka fu particolarmente circospetto. Fece prima un giro per tutte le stanze per assicurarsi di essere solo, poi chiuse e barricò l’ingresso.
“Seguirono diverse gioiose ore a cercare chiavi, documentazioni e manuali. Altre ore passarono a studiare i sacri testi del Decollo e Atterraggio sull’Acqua e a calcolare il mistico Carico e Centraggio dell’Aeromobile.”

Segue

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

eBook – Stagione 1

Promo

BlogItalia - La directory italiana dei blog
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: