NUOVO MONDO

Lascia un commento

6 giugno 2012 di thesurvivaldiaries

Tonezza del Cimone
Bunker 3
3 superstiti

Be’, ve lo dico subito, non è affatto andata come speravo.

Ho trovato una piccola radura tra i boschi. Aiutandomi con la roncola e la mannaia, ho costruito un capanno sulla cima di quattro alberi a circa due metri d’altezza del suolo. E mi sono detto: gli scout vanno matti per radunarsi e bivaccare davanti al fuoco. Il ceppo, la promessa e tutta quella roba lì. Girano ancora in branco e quindi potrebbero aver mantenuto intatti alcuni istinti primordiali.
Ho scavato tutto attorno alla radura un fossato alto circa cinquanta centimetri e l’ho ricoperto di foglie e ramoscelli. Ho acceso un gran bel cazzo di fuoco al centro della radura e, nascosto nel capanno con la balestra puntata sul bivacco, mi sono infilato dentro al saccopelo e ho atteso.

Il fossato mi serviva per rallentare i piccoli mostri e darmi il tempo per prendere la mira. Mi sono cosparso pure di fango tutta la pelle, metti mai che sentissero il mio odore. Sembravo il fratello bacato di Schwarzy in Predator.

Ma mi ero convinto che potesse funzionare, e in parte così è stato.

Dopo tre giorni di pane raffermo e carne secca, ho deciso di catturare qualcosa di vivo e morbido. Magari potevo usarlo anche come esca, ho pensato. Allora ho inchiodato un paio di scoiattoli a un albero, li ho scuoiati come mi aveva insegnato Tony e li ho messi ad abbrustolire sul fuoco. Quando sembravano pronti, ne ho addentato uno e ho lasciato l’altro che continuasse a rosolare lentamente sulle fiamme. L’aria si era riempita dell’odore di carne cotta. Sono risalito nel capanno, ho finito di rosicchiare la poca carne del mio scoiattolo e ho continuato ad attendere.

E nell’abbiocco pomeridiano post scoiattolo, alla fine sono arrivati.

Dapprima ho sentito un doppio tonfo, ho tirato su la testa e ho visto una parte della copertura del fossato completamente franata. Poi sono spuntate fuori tre piccole teste ciondolanti.
Bingo!
Appoggio il calcio della balestra sulla spalla, dito sulla chiave, trattengo il respiro, e penso a Tony, alla mia famiglia, alle bimbe. E premo.
La freccia entra in bocca a uno dei tre mostriciattoli, grugnisce e crolla dentro il fossato.
Appoggio giù la balestra e scivolo dietro all’altra.
Stessa procedura.
Miro.
Centro.
Sfilo dalla faretra un’altra freccia, ricarico e punto. Il piccolo zombi rimasto è quasi riuscito a venir fuori dal fosso. Aspetto. Si alza in piedi e si guarda attorno. E’ una bambina. Avrà pressappoco l’età di mia figlia. Riesco a vedere nel bianco dei suoi occhi le punte rosse del fuoco.
Fanculo, e premo sulla chiave.
La freccia s’impianta sul ginocchio destro.
Ti sei lasciato trasportare dalle emozioni cazzone, mi sembra di sentire la voce di Tony.
Ricarico, ma le mani mi tremano.

Allora scendo giù dal capanno e salto il fosso. La piccola si accorge di me e, claudicante, mi si fa incontro digrignando i denti e azzannando l’aria con le sue piccole dita. Libero la roncola dalla cintura e quando è a pochi passi da me, con un unico fendente, recido il cranio all’altezza della mandibola.
Il corpicino si affloscia a terra e le dita si arricciano intorno all’erba come ragni gettati tra le fiamme.

Nel bosco si sentiva solo il crepitio del fuoco.

Quando, dopo un breve calcolo, penso che all’appello potrebbe mancarne ancora uno, sento alle mie spalle un movimento. Mi giro alzando la roncola. Ma non è un altro zombie scout.
E’ Giulia, l’infermiera ausiliare.
Il sangue mi si raggela all’istante inchiodandomi al terreno.
Ondeggia, ha gli occhi glauchi e al posto delle sue belle tette ha grumo di carne cadente, e del sangue. Tanto sangue. Si scaglia improvvisamente su di me, io ho le gambe bloccate, ma quando vedo da vicino i suoi denti, ho un sussulto e rotolo a terra allontanandomi di un paio di metri. Mi rialzo di colpo, ma non ho più la roncola in mano. Lei riparte alla carica, e questa volta decido di non aspettare, carico anch’io. Quando ci scontriamo, sento le sue ossa scricchiolare, cade ma cerca di rialzarsi, scivolo alle sue spalle e le tiro indietro la testa afferrandola per i capelli, cerca di divincolarsi, mi posiziono e le assesto un calcio sulla schiena gettandola tra le fiamme.
Cerco la roncola tra l’erba e le foglie. Ma quando la trovo, non serve più. Il fuoco l’ha avvolta completamente. Le braccia si dimenano, urla, urla e urla, ma poi smette.

Osservo il corpo che si consuma tra le fiamme.
L’odore non è molto diverso da quello degli scoiattoli.
L’accanimento sul seno da parte dei piccoli zombie avvalora la mia tesi sui perpetui istinti primordiali, ma fa di me un coglione assoluto.

Per inseguire i miei sogni di vendetta ho lasciato che il mio gruppo venisse attaccato da quei piccoli demoni.
A quanto pare non mi si può definire certo un eroe.
E forse farei bene a non cercare più di proteggere nessuno.
Sembra che l’ombra della morte mi si sia appiccicata al culo.

Ho infilato tutto nello zaino e sono tornato al bunker.

Le cose sono andate pressappoco così.
Sono stati attaccati quando si stavano trasferendo dal bunker 3 al bunker 1. Giulia e altre tre persone non ce l’hanno fatta. Lo scout che mancava all’appello è stato eliminato da un ex carabiniere in stanza al bunker 1.
I Bettin si sono salvati perché non hanno voluto abbandonare il loro sacro orto. Ora nel bunker 3 ci siamo solo noi. Gli altri hanno preferito rimanere nel bunker 1.
Come dargli torto.

Dovrei essere felice perché ho liberato i boschi da quei piccoli demoni, ho vendicato la mia famiglia e il vecchio Tony.
Ma credo che in questo nuovo mondo neppure la vendetta abbia più un valore.

Thomas

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

eBook – Stagione 1

Promo

BlogItalia - La directory italiana dei blog
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: