Si vola!

Lascia un commento

22 maggio 2012 di thesurvivaldiaries

È stato uno dei momenti più spaventosi della mia vita. Peggio della vigilessa. Quello è successo in un attimo e dopo meno di trenta secondi era finito. Qui c’è stata tutta una preparazione. Minuti e minuti in cui mi immaginavo incespicare e cadere attraverso l’elica rotante e finire a tocchetti sotto il Cessna di Giulio. Accendere un aereo a mano non è divertente. Ecco perché di solito non si fa. Seguiamo la procedura delineata nel manuale meticolosamente e dopo un fiume di sudore mi sono potuto allontanare con gambe tremolanti dal motore scoppiettante e l’elica assassina.

Decolliamo con Giulio ai comandi e ci dirigiamo sul paese di Casale per vedere la concentrazione di ambulanti e decidere dove andare a fare provviste. Voliamo bassi. Giulio teme per i radar militari vista la presenza di aree riservate nella zona. Io lo prendo per il culo dicendo che gli zombi probabilmente non sanno come si fa lo scramble degli intercettori nè come si fanno partire i missili terra aria. Stiamo comunque bassi perché non cambia niente e si vede meglio a terra.

Dopo aver individuato un centro commerciale non troppo lontano dal campo base e soprattutto non troppo infestato dai grigi, ci dirigiamo sull’aeroporto di Cuneo Levaldigi. Giulio insiste che faccia qualche touch & go per rinfrescarmi la memoria su come si fanno le cose con un aereo. Sono dopo tutto passati dieci anni da quando ho pilotato l’ultima volta. Basta qualche minuto perché mi ritrovi aa mio agio ai comandi, le duecentocinquanta ore di volo in california non sono state completamente dimenticate.

Ci si può dimenticae in compenso dell’aeroporto di Cuneo. Se qualcuno di voi aveva una mezza intenzione di farsi una gita nella provincia granda in aereo se lo può scordare.

La pista è un disastro. Arrivando verso la 21, fuoripista sulla destra c’è un 737-800 della RyanAir, carlinga spezzata a metà, manca un ala ed è mezzo carbonizzato. Penso che poca gente si sia salvata, solo una delle uscite di sicurezza è aperta con relativo scivolo gonfiabile. In fondo alla pista non uno, non due, ben tre aerei da turismo schiantati. Fare i calcoli del peso e del centro di gravità è importante. Se carichi troppo non ti alzi, o ti alzi e stalli subito. E per concludere la scena del disastro, tutta l’area è coperta da zombie o poltiglia di zombie. Venti minuti e siamo tornati al campo base. È ancora presto.

Con lo spazzazombi andiamo fino al supermercato e facciamo provviste. Dentro il negozio troviamo due commesse zombate, ma con due colpi di pistola a testa le stendiamo. Una aveva ancora in mano il mocio per pulire per terra. Stava spalmando sangue daperttutto. Riempiamo quattro scatole di scatolette e liofilizzati e prendiamo una scatola di moretti per la serata e poi torniamo all’aereo.

È buio ormai. Decidiamo di passare la notte ancora qui. Facciamo un falò. Scaldiamo un paio di scatole di zuppa di ceci e ammazziamo qualche birra parlando di tutto e niente. Prendendoci per il culo a vicenda per le balle che raccontiamo.

Mattina. Saluto Giulio con un abbraccio. È stato bello parlare con qualcuno. Erano mesi che non parlavo con qualcuno. E le ultime persone con cui avevo comunicato erano ragazzini coreani con cui giocavo a world of warcraft. Mi rendo conto che mi manca la gente. O della gente.

Giulio riparte appesantito da un paio di taniche di carburante e qualche provvista e una delle mie Beretta. Siamo d’accordo che terremo la radio sulla stessa frequenza e la monitoreremo quando siamo in giro.

Grazie Giulio, è stato un piacere conoscerti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

eBook – Stagione 1

Promo

BlogItalia - La directory italiana dei blog
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: