Il branco

Lascia un commento

22 maggio 2012 di thesurvivaldiaries

Tonezza del Cimone
Bunker 3
13 superstiti

Sono sbucati all’improvviso dal nulla. Erano come minimo una mezza dozzina. Dovevano essere controvento, neppure i cavalli si sono accorti del loro arrivo. Abbiamo scagliato frecce alla rinfusa in mezzo alla selva senza nemmeno ferirne uno. Dapprima sembrava volessero accerchiarci, ma erano talmente veloci che era praticamente impossibile vederli. Poi improvvisamente due si sono avventati su Carlotta, la giumenta, e tutti gli altri sono saltati addosso al povero Tony.
Non potrò mai dimenticare le sue urla.
Il sangue.
Quegl’esseri con i maglioncini verdi, i pantaloni alla zuava e la bandana colorata al collo.
Quei piccoli zombie vestiti da boy-scout.
Ne ho inchiodato uno all’albero con la freccia.
E’ stato terribile farlo.
Poi ho avuto paura.
E sono scappato.

Non è la prima volta che fuggo. Quei piccoli mostri li conosco, li ho già incontrati prima. E ora ricordo tutto nettamente…

Avevamo scelto di nasconderci in un rifugio per cacciatori ai piedi dello Spitz. Questi luoghi li conoscevamo bene, per via della casa di famiglia giù in paese. Sembrava che tutto procedesse al meglio, riparati dagli zombie e dal mondo che andava a puttane. Poi una notte siamo stati attaccati da quei piccoli demoni. La mia compagna e le bambine non ce l’hanno fatta. Mi hanno inseguito, e per far perdere le mie tracce, ho abbandonato i vestiti nelle direzioni opposte alla mia fuga. Quando mi sono trovato giù a valle davanti al Rio Freddo, nudo, braccato da quelle piccole furie, non ho trovato altro da fare che gettarmi dentro.

Volevo farla finita.
Nulla non aveva più senso.
Ma il merdoso destino ha voluto che continuassi a vivere.

E ora che mi hanno portato via pure l’unico amico che mi era rimasto, non so più cosa farmene di questa vita. Quello che ero è rimasto imprigionato dentro le mura di quel rifugio. E del futuro in questo mondo non so che farmene. Incomincio a comprendere di più te Marta, Giulia e tutti quelli che vorrebbero farla finita.

Mi sembra d’impazzire. E’ come se l’anima si fosse ripresa di prepotenza il suo corpo e mi stesse trascinando giù con lei all’Inferno.

Mi chiamo Thomas Tono e sono un fottuto imboscato!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

eBook – Stagione 1

http://www.booxfactor.com/prodotto/the-survival-diaries-prima-stagione/

Promo

BlogItalia - La directory italiana dei blog
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: