Peste 2012

Lascia un commento

1 maggio 2012 di thesurvivaldiaries

Non riesco a stare in casa. Non riesco ad ascoltare i suoni e non vedere. E’ più forte di me.
Oggi ho sprangato le finestre con le porte dell’armadio, comincio a capirti un po’ di più Carlo, ci si senti murati vivi. Per questo sento il bisogno di uscire. Oggi è di nuovo piovuto, incessantemente. Sono uscita verso mezzogiorno, mi sono diretta verso il centro, giù per via Roma, fino in Prato della Valle. Da lì sono arrivata al Santo. Cazzo, vicino alla porta della chiesa hanno accatastato una trentina di corpi. Dev’essere stata così la peste a Venezia. Ho lo stomaco a pezzi da giorni, non faccio altro che vomitare. Ho il machete sempre dietro, ma impazzirei per avere una fottuta pistola.  Anche se forse farebbe troppo chiasso.
Sono entrata in un bar lì vicino. Ho fatto la stronzata. Me ne sono trovato uno dietro alle spalle, un signore di circa 60 anni, capelli bianchi, aveva il grembiule da cameriere ma gli mancava un orecchio e mezza guancia. Ha cercato di rincorrermi, ma era lento. Arrivati entrambi in strada mi sono voltata, lui era inciampato in una sedia del bar, così ho stretto bene le chiappe e mi sono avvicinata. Ragazzi, non so come sono quei bastardi da voi, ma quello aveva gli occhi completamente bianchi, rantolava, si contorceva. E puzzava, puzzava terribilmente. Sta di fatto che ho alzato il machete e gliel’ho scagliato sul collo. Si è tagliato come il burro. Lui, e la mia spadina. A quel punto mi è salito il panico, ero in iperventilazione, ho fatto una corsa pazzesca fino a casa.
E ho di nuovo vomitato. Grazie a dio in casa ho il Maalox. Se qualche mostro non mi ammazza, ci penserà l’ulcera.

Oggi è stata fortuna. Sono senza un’arma, credo di essere l’unica ancora viva del mio palazzone. Grazie a dio oggi son riuscita a mettermi in contatto con la mia famiglia a Venezia. Lì è tutto più concentrato, tutto più in piccolo, non escono per nessun motivo. La barca di mio padre è stata rubata, stanno cercando un passaggio.

Pekka, benvenuto nella merda. Spero tu abbia altri giochi, oltre a WOW. Chissà, magari un giorno tutto questo finirà e ci faremo una partita a Tekken assieme.
EDIT

Ho girato un altro video, vicino a Corso Vittorio Emanuele. Questa sembra in stand-by. In attesa di una bella costata di padovano da rosicchiare. Ora mi faccio qualcosa da mangiare. Magari pasta in bianco. E un po’ di grappa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

eBook – Stagione 1

http://www.booxfactor.com/prodotto/the-survival-diaries-prima-stagione/

Promo

BlogItalia - La directory italiana dei blog
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: