Il ninja di Almese

Lascia un commento

10 agosto 2012 di thesurvivaldiaries

ALMESE (TO)

Incredibile, la connessione funziona di nuovo. Ormai non ci speravo più. Circa venti giorni di “black-out informatico”.

Non che ci fosse da stupirsi in una borgata in culo ai lupi di un paese in culo ai lupi. Tuttavia, credo che abitare su per i monti al momento mi stia salvando le chiappe.

Nessuno zombie sano di mente (…….) si sbatterebbe mai fin quassù. E quelli che eventualmente potrebbero “scendere” qui sono davvero pochi.

Mi chiamo Valerio, e a quanto pare sono l’unico sopravvissuto, o comunque non morto, qui in borgata Bunino.

La mia unica vicina diretta non la vedo da circa un mese, non so che fine abbia fatto, ma posso immaginarmelo. Poveretta. Per una volta che avevo un vicino tranquillo…..

Di tutti gli altri ne ignoro la sorte, così come prima ne ignoravo l’esistenza.

I miei genitori al momento dello scoppio di tutto sto casino erano a farsi due settimane in Sardegna, e non sono più riusciti a tornare. Mi piace pensare che essendo un’isola,  la situazione là sia meno drammatica. Oggi cercherò di rimettermi in contatto con loro via skype, se funziona ancora. E se sono ancora vivi, piccolo particolare.

Cazzo. Con tutti i cataclismi che potevano capitare, gli zombie. Mi han sempre fatto cagare. Tolti resident evil 1, 2 e 4 su ps3. Ma i film? Per carità. Non mi sento preparato.

Io sono più tipo da vampiri…decine di libri, film, trattati. Sono un cazzo di guru a riguardo. Sempre adorati, prima che diventassero gli idoli di casi umani con la vulva.

E invece niente, gli zombie.

Oggi uscirò a cercare provviste. Ho ancora una cinquantina di litri di benzina nelle taniche, e mezzo serbatoio di gpl. Credo andrò al centro velico sul lago grande di Avigliana, dove lavoravo come cuoco. Magari è rimasto qualcosa in dispensa, e ci possono essere un sacco di attrezzi utili.

Non che mi alletti l’idea di farmi 5-6 km nell’ignoto, ma il cibo comincia a scarseggiare.

Avrò con me la katana che mi aveva portato mio padre da un viaggio a Tokyo. E’ tanto carina, ma un po’ troppo corta, per i miei gusti. Se non altro ha una lama.

Speriamo bene. Alla peggio mi butto in acqua.

Ad ogni modo, sono contento di avervi trovato. Almeno posso avere informazioni utili leggendo i vostri post, tipo il fatto che questi stronzi non nuotano.

@Pekka: immagino che la Val di Susa non pulluli di nerd svedesi, per cui devi essere tu. Non ci si sente per anni e ci si ritrova in questa merda. Meraviglia…

Ma soprattutto, tu sei già partito…… cazzo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

eBook – Stagione 1

Promo

BlogItalia - La directory italiana dei blog
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 344 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: