VIENI CON ME SE VUOI VIVERE!

Lascia un commento

23 luglio 2012 di thesurvivaldiaries

Il mio mandato e’ scaduto.

Carico i pochi viveri che ho, acqua, poche cose utili in macchina e mi appresto a lasciare Anguillara. Partito da poco, appena fuori dal paese, un paio di zombie si mettono in mezzo alla strada… accelero! Ne manco uno ma centro in pieno l’altro e me lo ritrovo sul cofano… lo stronzo e’ ancora intero, con la botta la parte sinistra della faccia gli e’ scesa di un paio di centimetri, ora e’ un misto tra il vendicatore tossico e Slot dei Goonies.
Mi ricorda la mia infanzia e penso di aver trovato un degno successore.
Gli urlo “Congratulazioni, sei il nuovo sindaco!” mentre con un paio di sterzate alla Nigel Mansell lo faccio scivolare giu’.
Ma l’auto sbanda, controsterzo per evitare un muro, colpisco qualcosa e decollo come l’Apollo 13.
“Houston abbiamo anche piu’ di un problema!” penso mentre rotolo e finisco gomme all’aria.
Mi ritrovo a testa in giu’, immobilizzato e piegato in due come una piadina. Una piadina piuttosto gustosa, a giudicare da come il neo sindaco e il suo amico stanno correndo verso di me.
“Houston qui’ Odyssey mi ricevete?”
“…”
Niente, nessuna idea. Nel mio cervello rimbomba solo “CAZZO CAZZO CAZZO CAZZO CAZZO!!”
Sono qui’. Il “vice” ha un braccio solo ma sa il fatto suo, non so se e’ caduto o se e’ intelligente, fatto sta che e’ straiato e si sta trascinando dentro l’auto… CAZZO ora sono in quattro! Penso sia veramente la fine. Improvvisamente sento il rumore piu’ bello del mondo: stridere di pneumatici accompagnato da raffiche di cal. 50!
E’ arrivata la cavalleria! FUCK YEAH!!
Fuori e’ festa, io invece sono ancora nei guai: lo zombie dentro l’auto sta per prendermi quando qualcuno mi afferra e mi trascina fuori dai rottami urlando
“VIENI CON ME SE VUOI VIVERE!”.
Mentre mi chiedo quale dei due Terminator stia citando la mia attenzione e’ catturata da un altro dei militari… dopo aver tirato fuori dalla macchina lo zombie strisciante lo sta legando al retro del Lince con una catena.
“Lascia la scia, cosi’ sappiamo dove siamo gia’ passati! E in piu’ ci tiene compagnia quando ci fermiamo a pisciare!”
Guardo il tizio in torretta e farfuglio un “grazie ragazzi”, lui mi risponde con un grugnito e mi passa una Beretta piu’ qualche caricatore. Quello che mi ha salvato si chiama Luca, e’ il piu’ alto in grado e il normale dei tre. Nonche’ medico. Gli e’ esploso qualcosa dietro la testa ed e’ quasi sordo, quando parla URLA. Ci faro’ l’abitudine… mi medica le escoriazioni e mi fascia anulare e mignolo della mano sinistra, le uniche cose che mi sono rotto (che culo).
Sono pieno di botte ovunque.. domani sara’ una giornata dolorosa.
Il guidatore (quello della catena) si fa chiamare “Mine” e scopro subito i motivi: e’ un geniere e si imbottisce costantemente di anfetamine sfuse che pesca da una scatola di cereali appoggiata sul cruscotto del Lince. Alterna una parlantina devastante a momenti di borbottii sommessi in cui nessuno capisce cosa dice, indossa un camice da dottore inzuppato di sangue e tiene dietro alla schiena un machete enorme. Senza ombra di dubbio vince il premio “bad motherfucker” della combriccola. E anche quello di “pazzo psicopatico”.
Mi dicono che il mitragliere si chiami “Ringhio”, infatti si esprime solo a grugniti pero’ ha stile da vendere, i suoi pantaloni da hippie sono una figata! Ogni tanto mi guarda, sorride e mi passa un altro caricatore.
A lui non servono paste, e’ in viaggio perenne.
Luca spiega che sono rimasti soli, arrivano da Boara e non hanno una meta precisa.
Gli parlo di Venezia.
Spiego loro quello che so’ del ponte, della Zona Libera, dell’esercito improvvisato e del fatto che potrebbe essere andato tutto a puttane… mi ferma con un “Sono le prime informazioni sensate che ho da un paio di mesi. Andiamo a vedere.”
Anche Ringhio interrompe il silenzio radio: “Si’ cazzo! Andiamoci. Voglio anch’io un maledetto lanciafiamme”.
Si parte. Siamo in vista di Bagnoli e parte la prima gag… una recinzione di filo spinato ci sbarra la strada, dietro un furgone ribaltato e una ventina di zombie che spingono per passare. Ci fermiamo ad una 20ina di metri.
Mine si gira, Ringhio sorride, non aspettavano altro.. quest’ultimo prende un lanciarazzi dal retro e sale in torretta.
ROCKETROLL!
Il furgone esplode mentre si leva in aria un’insalata di zombie, fa appena in tempo a rientrare e chiudere il portello che pezzi di ogni cosa ci piovono addosso. Avete presente Tremors 2? Esatto.
Ecco i miei nuovi amici, completamente andati ma almeno con loro mi sento al sicuro.
Sara’ un lungo viaggio.
Chiudo il portatile, sorrido e penso “no, non mi annoiero’”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

eBook – Stagione 1

Promo

I più letti

BlogItalia - La directory italiana dei blog
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 344 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: