Il mare di merda

Lascia un commento

1 giugno 2012 di thesurvivaldiaries

Inutile restare isolati. Le speranze di sopravvivere sono scarse, quasi esigue. Oggi non mi posso lamentare, ho vinto una partita a “centra il morto” e mi resta ancora mezza bottiglia per lenire la nostalgia che mi assale mentre il nodo alla gola si stringe. L’idea di poter tornare a parlare con altre persone, mangiare qualcosa di decente e bere una birra in compagnia mi ha fatto sprofondare in una depressione malinconica, la balla triste ha fatto il resto.
Finirò la bottiglia, mi prendo una fottuta pausa di riflessione.
Bevo alla Vostra salute !
Siamo tutti in un mare di merda e per questo Elisa dice che ci serve una barca, o forse sono io che l’ho capita così…
Ha un piano, dice. Ce la possiamo fare a raggiungere gli altri, dice…
Venezia non è poi così distante ! Mah.. a me sembra lontanissima ed irraggiungibile.
Oramai vivere o morire non fà più molta differenza.
Vaneggio, sconsidero, deliro elegantemente sul pendio verso il baratro tra pensieri nebulosi e sconnessi.
Ogni tanto riemergo e ritrovo un pertugio nella fitta trama dei miei pensieri, qualcosa ancora un valore ce l’ha.
Ora più che mai voglio una birra gelata,e se per averla devo remare su un mare di merda in equilibrio sul guscio di una noce,lo farò!

About these ads

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

eBook – Stagione 1

Promo

BlogItalia - La directory italiana dei blog
Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 339 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: